Ancora partner della 3° Biennale dei Licei Artistici. Abili Oltre premia “Da Leonardo a Pollock” di Giulia Palma, studentessa del Liceo Artistico Statale Enzo Rossi di Roma.

L’Arte è orizzontale, un luogo senza barriere dove l’opera spiega sé stessa, estranea da chi la produce.

In questo senso l’Arte è Natura, diversità che trascende la sua identità e si fa specchio di Bellezza.
L’affermazione della diversità come valore trova dunque nell’Arte la sua casa, una casa in cui forma e colore condannano all’oblio l’essere quotidiano e personale dell’Artista.
Il premio Abili Oltre riconosce ed afferma quell’orizzonte, quella dignità che va oltre ogni condizione e squarcia l’ombra del luogo comune rendendo possibile l’impossibile.
Tra le opere che hanno partecipato alla Terza Edizione della Biennale dei Licei Artistici Abili Oltre premia “Da Leonardo a Pollock” di Giulia Palma, studentessa del Liceo Artistico Statale Enzo Rossi di Roma.
Giulia si cala con i suoi chiaroscuri tra i due poli della genialità di Leonardo e Pollock, per centrifugarli in una contaminazione di genere attraverso la pittura digitale.
Leonardo e Pollock, figli diversi di uno stesso demone creativo.
Leonardo che ricerca la perfezione delle forme per svelarne l’inganno, che fa della scienza sogno e del sogno scienza, che non ritrae la storia ma gli occhi che la guardano.
Pollock che dona alla tela un nuovo orizzonte, che lascia in vita il colore, che da attore si fa spettatore di Bellezza.
Geni contrastanti, il primo con la tela sul cavalletto l’altro sul pavimento, ma che a ben guardare entrano da porte diverse nella stessa stanza, quella della Coscienza che partorisce Armonia.
Ed in questa Armonia entra in punta di piedi Giulia, con i suoi chiari e scuri che raccontano una fragilità che non si arrende e si rappresenta nel filo di una trama senza verso né altezze.
Infine noi, che assistiamo al ritmato scorrere del video e ne diveniamo il filo rosso che lega le immagini delle opere, confondendone le identità e strappandole agli autori per farne opera altra.
Abili Oltre e la Biennale dei Licei Artistici italiani continuano a raccontare insieme di un’ Arte che rifiuta di essere seppellita fuori dalle mura e si inscrive a pieno titolo nell’architettura di un mondo senza barriere né scarto.
Un momento di intelligenza collettiva che dà le ali a giovani generazioni di Artisti per volare da protagonisti nel cielo rinascimentale del Terzo millennio.